28 settembre 2010

Madou Sidiki Diabate - Buru Ju


ASCOLTA: (Vedi "Tracce in ascolto")


Quanta musica c’è in Africa, e quanta di quella musica resta nascosta nei piazzali dei villaggi e nelle strade di periferia delle città, nei cortili e nelle capanne, tra i cespugli della brusse o tra le dune di sabbia del deserto!

L’Africa è vicina, a volte più di quanto ci aspettiamo, eppure sembra lontana come un altro mondo, come un altro secolo …

Di Madou “fitini” abbiamo già molto scritto. Suo padre Sidiki Diabate – da cui il nome con cui Mamadou vuole essere conosciuto - andò via giovanissimo da Bansang, nell’alta Gambia, perché voleva acquistare una zanzariera. Fu così che si ritrovò a Kita, in Mali, città da dove proveniva la sua famiglia originaria. Negli anni successivi in Mali fu protagonista del movimento per l’indipendenza accanto a Modibo Keita, e anche della rivoluzione della musica mandinga che oggi l’ha resa famosa anche a nord del Mediterraneo e ad ovest dell’Atlantico.

La grandezza di Mamadou come djeli e come artista è oscurata da quella del suo fratello maggiore Toumani, autentico fuoriclasse e innovatore della kora moderna, un fatto indubbiamente naturale nel contesto sociale africano, in cui l’età conta tanto, e spesso più del merito. Ma nella mente di coloro che hanno percepito la bellezza e l’impeto dell’arte imprevedibile di Madou non ha senso parlare di una gerarchia tra i due fratelli, perché entrambi sono un dono per noi tutti e per la musica.


Bansang - la famiglia di Sidiki Diabate

La straordinaria esperienza di Toumani e i suoi innumerevoli progetti al fianco di artisti di ogni provenienza gli hanno permesso di presentare la musica per kora in modo da poter essere compresa e pienamente apprezzata in Europa e in America. Mamadou è sulla stessa strada, ma in qualche modo è più legato alla sua terra, e nella sua storia di musicista prevale ancora l’esperienza tutta africana della musica sociale suonata nei matrimoni e nei compleanni.

Si potrebbe dire che mentre Toumani è proiettato al mercato globale, Mamadou suona soprattutto in Africa e per l’Africa. Per questo i suoi album - e Buru Ju non fa eccezione - conservano tutto il sapore e l’odore delle strade di Badjalan 3, il quartiere di Bamako dove vive. La musica prodotta in Africa è più imperfetta delle impeccabili produzioni targate World Circuit, ma in qualche modo anche più genuina e vera, come un pollo ruspante o una mela cotogna.

Registrato allo studio Bogolan di Bamako, Buru Ju viene distribuito solo in Africa da Mali K7. Non sperate di trovarlo in vendita, almeno per ora. La copia arrivata fortunosamente nelle nostre mani non ha note di copertina se non i titoli dei brani, così ci troviamo costretti a fare ipotesi sui musicisti che vi partecipano.

Le voci sono quelle di Mangala Camara, di Safi Diabate, di Mamadou Kouyate e – ci sembra - di Tiecoro Sissoko. Tranne Safi - moglie di Madou e che qui canta la straordinaria Mariam Diabate, dedicata alla loro giovane figlia - gli altri cantanti sono tutti presi in prestito dalla Symmetric Orchestra. Alla kora, oltre a Mamadou, c’è senz’altro Toumani, mentre al balafon dovrebbe esserci Fassery Diabate, figlio di Keletigui. Più difficile individuare chi suona la chitarra, il basso e le percussioni. Proveremo a capirlo, e casomai aggiorneremo questo post. L’ensemble di Buru Ju è stata messa insieme per l’occasione, e coinvolge certamente alcuni tra i giovani griot più interessanti della scena musicale di Bamako.

Buru Ju è una tappa nell’evoluzione di un grande artista, e mentre scriviamo Mamadou è già impegnato in nuovi progetti. Manca poco all’uscita di Mali Latino, il progetto che vede coinvolto Madou al fianco del pianista Alex Wilson – con cui Madou collabora da diversi anni – e Ahmed Fofana alle percussioni. Noi lo seguiremo sulla sua strada, e non per i sentimenti che ci legano a lui e alla sua famiglia, ma perché siamo convinti della sua indiscutibile grandezza e del suo enorme potenziale come esploratore dei segreti dell’anima.



Tracce in ascolto:
2. Famadenke
4. Moussini_Boutiki
5. Kora Kan
7. Mariam Diabate


Autore: Madou Sidiki Diabate
Titolo: Buru Ju
Anno: 2010
Label: Mali K7

Brani:
1. Hommage a Mamou Djeman
2. Famadenke
3. Dondaman
4. Moussini_Boutiki
5. Kora Kan
6. Garraba_mamah
7. Mariam Diabate
8. N'Konoufo
9. Fissiri wale
10. Teri baro
11. Donki Saly

Nessun commento:

Creative Commons License
This opera by http://www.blogger.com/www.tpafrica.it is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.